El Pais: “In Italia rinasce il fascismo”

Pubblicato: ottobre 4, 2009 in attualità
Tag:

articolo originale:
http://www.repubblica.it/2009/10/sezioni/politica/liberta-stampa-2/rassegna-domenica/rassegna-domenica.html

ROMA – “In Italia si esasperano le tensioni tra Silvio Berlusconi e i media ribelli”: è così che il quotidiano francese Le Monde titola un lungo reportage da Roma sulla manifestazione in difesa della libertà di stampa, che si è tenuta ieri nella capitale. Mentre El Pais Semanal, inserto settimanale del quotidiano spagnolo, lancia un allarme preoccupante nel servizio di copertina: “In Italia sta rinascendo il fascismo”, denuncia.

Il premier Berlusconi è protagonista di ben due articoli sull’edizione online del britannico Telegraph: il corrispondente da Roma riporta la notizia della condanna della Fininvest per il lodo Mondadori, e in un articolo con la data di ieri dal titolo “Silvio Berlusconi bersagliato dai manifestanti per i suoi attacchi alla libertà di stampa” dà un’accurata cronaca della manifestazione di piazza del Popolo.

El Pais ritrae un’Italia ritratta a tinte fosche, nella quale “rinasce il fascismo” e dove, “sotto l’ombrello di Silvio Berlusconi”, si consumano “continue aggressioni contro immigrati, neri e omosessuali”. Il servizio è firmato da Miguel Mora, che sul quotidiano dedica invece un lungo articolo alla caduta di Flavio Briatore, ricordando come il manager sia stato un vecchio compagno di avventure estive di “Papi Berlusconi”. “Se si osserva da vicino la situazione, la politica del governo Berlusconi verso le minoranze e gli immigrati non ha nulla da invidiare all’ideologia di Forza Nuova” o di altri gruppi di estrema destra, denuncia Mora su El Pais.

La copertina ritrae in primo piano Gianluca Iannone, leader dell’ “organizzazione fascista Casa Pound”, assieme ad altri membri del movimento. Il settimanale del Pais riporta tra l’altro un’informativa dei servizi segreti italiani nella quale si traccia una mappatura degli almeno 65 gruppi ultrà di ispirazione neonazista, localizzati soprattutto nel nord (Trentino Alto Adige e Veneto), ma anche in Emilia Romagna, Toscana e Lazio. E sostiene che “le aggressioni continue” nelle città italiane contro “i diversi”, “le idee della Lega Nord e di Forza Nuova elevate a leggi dello Stato, le frasi revisioniste di Berlusconi su Mussolini e il ferreo controllo dei media da parte del premier formano un panorama confuso, opaco, giorno dopo giorno sempre più inquietante”.

Il quotidiano francese Le Monde ricorda gli inviti di Berlusconi al boicottaggio della stampa nemica, fatto non tanto ai lettori quanto alle aziende (“Non fate pubblicità”), e le querele contro L’Unità e La Repubblica, “colpevole di pubblicare, ogni giorno, dieci domande” legate all'”affaire Berlusconi” e alle accuse della moglie Veronica Lario. Il quotidiano ricorda lo strapotere di Berlusconi sulle televisioni italiane, e il epso che le televisioni stesse hanno nella formazione dell’opinione pubblica (“secondo il Censis – si legge nell’articolo – il 70% degli italiani si formano un’opinione attraverso la televisione”).

Anche il corrispondente del Telegraph esordisce facendo l’elenco delle tv e dei giornali del premier, e sottolinea la partecipazione di decine di migliaia di persone alla manifestaizone di Piazza del Popolo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...