All Iberian, la storia del processo

Pubblicato: ottobre 5, 2009 in tutti i processi di berlusconi
Tag:,

articolo originale:

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2005/09_Settembre/26/all_processo.shtml

 

All Iberian, la storia del processo
Dieci anni di indagini e di udienze

(Ap)

MILANO – Dopo dieci anni cala il sipario sul processo All Iberian, con un verdetto di assoluzione per gli imputati di falso in bilancio perché il fatto per la legge non costituisce più reato.

CORTE DI GIUSTIZIA – E’ la conseguenza della decisione assunta dalla Corte di giustizia della comunità europea che il 3 maggio scorso aveva rigettato il ricorso dei giudici del Tribunale di Milano, processo Sme, i quali avevano chiesto che la legge italiana sui reati societari venisse dichiarata non congrua con le direttive internazionali. La Corte di giustizia di Lussemburgo, invece, dichiarava che la direttiva Ue sul coordinamento delle legislazioni nazionali in materia di risparmio «non può essere invocata come tale contro imputati» in procedimenti nazionali «perché non può avere come obiettivo indipendentemente dalla legge nazionale» quello di aggravare la posizione di un imputato. In sostanza per i giudici europei non si può interferire con quanto gli Stati membri stabiliscono in materia di sanzioni. Il processo All Iberian era stato più volte rinviato proprio in attesa della decisione dei giudici di Città del Lussemburgo.

IL PROCESSO
– All Iberian, dal nome del società off-shore che sarebbe stata utilizzata dal gruppo Fininvest, aveva visto prima la celebrazione di un processo per finanziamento illecito ai partiti (soldi a Bettino Craxi) dove Berlusconi condannato in primo grado venne prisciolto in Appello per prescrizione. Il processo-fratello per falso in bilancio aveva vissuto la sua svolta in fase di indagine la notte tra il 23 e il 24 novembre del 1995 quando il manager Giovanni Romagnoni davanti ai pm mise a verbale: «All Iberian fu usata dal gruppo Fininvest».

STOP AND GO – Successivamente in aula si passò tra diversi stop and go ricominciando più volte da capo. In un’occasione perché la Fininvest non aveva ricevuto la notifica come parte lesa, poi perché l’accusa sbagliò a riformulare il capo di imputazione. Insomma, con il contributo consapevole o meno, da parte di tutti si è andati avanti per un decennio. E oggi nell’aula della seconda sezione penale al terzo piano del palazzo di giustizia, la stessa del teleprocesso a Sergio Cusani, è andato in scena l’atto finale.

IL FUTURO – Di All Iberian però si continuerà a parlare nelle aule di giustizia. Perché da una costola degli accertamenti sulla società off-shore creata da Giancarlo Foscale, cugino di Berlusconi, era nata l’indagine sui diritti tv di Mediaset dove l’accusa parla di fondi neri per centinaia e centinaia di milioni di euro. Sono imputate Berlusconi e altre 13 persone, a vario titolo di falso in bilancio, frode fiscale, appropriazione indebita, riciclaggio. L’udienza preliminare è fissata per il prossimo 28 ottobre. In uno stralcio il premier è accusato anche di corruzione perché, dicono i pm, avrebbe comprato la testimonianza dell’avvocato inglese David Mills. L’eventuale approvazione della legge ex Cirielli però manderebbe in prescrizione anche il caso dei diritti tv.

27 settembre 2005

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...