lodo blocca-processi

Pubblicato: ottobre 12, 2009 in le leggi ad personam di berlusconi
Tag:

articolo originale:

http://www.repubblica.it/online/politica/giuscontrosei/lodo/lodo.html

 

ROMA – La norma blocca-processi è legge. Il cosiddetto “lodo Maccanico” (da lui ormai sconfessato), il provvedimento che sospende i processi per cinque alte cariche istituzionali (Presidente della Repubblica, premier, presidenti di Camera e Senato, presidente della Corte Costituzionale), è stato approvato in via definitiva dalla Camera con 302 voti a favore, 17 contrari e 13 astenuti. I ‘sì’ sono quelli della maggioranza di centrodestra. La gran parte dei deputati dell’Ulivo e Rifondazione Comunista (non lo Sdi e l’Udeur che si sono astenuti) non hanno partecipato al voto finale in segno di protesta.

In piazza Montecitorio, mentre si avvicinava il voto, centinaia di manifestanti riuniti dai “girotondi” hanno invitato i parlamentari dell’opposizione a uscire dall’aula, “un gesto simbolico”, secondo Nanni Moretti e altri rappresentanti del movimento, “contro l’ennesimo provvedimento ad personam varato dalla maggioranza”

 

Intanto l’aula della Camera ha respinto, come previsto, tutti gli emendamenti presentati dall’opposizione. Se infatti fossero state apportate modifiche, il “lodo” (che ora ha come primo firmatario il capogruppo forzista al Senato, Schifani) sarebbe dovuto tornare al Senato per un altra lettura. Invece da stasera è legge, che attende solo la firma del capo dello Stato. Dopo, l’immunità dai processi “fino al termine del mandato” sarà garantita alle cinque più alte cariche istituzionali. Anche al presidente del consiglio Silvio Berlusconi, attualmente imputato nel processo Sme. Per il quale il procedimento sarà sospeso.

Nel dettaglio la nuova norma prevede infatti che chi ricopre le cariche sopra elencate “non può essere sottoposto a processi penali per qualsiasi reato, anche riguardante fatti antecedenti l’assunzione della carica o della funzione e fino alla cessazione della carica”. I processi – dice ancora il testo – vengono sospesi “in ogni stato e fase o grado e per qualsiasi reato siano stati iniziati”. A partire dalla data di sospensione, infine, viene sospeso il decorso dei termini per la prescrizione del reato.

(18 giugno 2003)ROMA – La norma blocca-processi è legge. Il cosiddetto “lodo Maccanico” (da lui ormai sconfessato), il provvedimento che sospende i processi per cinque alte cariche istituzionali (Presidente della Repubblica, premier, presidenti di Camera e Senato, presidente della Corte Costituzionale), è stato approvato in via definitiva dalla Camera con 302 voti a favore, 17 contrari e 13 astenuti. I ‘sì’ sono quelli della maggioranza di centrodestra. La gran parte dei deputati dell’Ulivo e Rifondazione Comunista (non lo Sdi e l’Udeur che si sono astenuti) non hanno partecipato al voto finale in segno di protesta. In piazza Montecitorio, mentre si avvicinava il voto, centinaia di manifestanti riuniti dai “girotondi” hanno invitato i parlamentari dell’opposizione a uscire dall’aula, “un gesto simbolico”, secondo Nanni Moretti e altri rappresentanti del movimento, “contro l’ennesimo provvedimento ad personam varato dalla maggioranza”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...